La Filanda

Nonviolenza
00:00


BOLOGNA SULLA ROTTA - UNA NUOVA RACCOLTA

Bologna sulla rotta balcanica

 

Tornati a Bologna da Bihac, i volontari hanno deciso di riunire di nuovo le realtà che avevano avviato un ciclo di incontri e una raccolta di aiuti per lanciare nuovi “orientamenti operativi e prospettive future” di aiuto e solidarietà attraverso il progetto di una piattaforma di persone, coordinate, in cui ciascuno può fare una parte concreta, persone che realizzano interventi dove serven rispetto a mancanze evidenti  dei migranti che tentano il ‘Game’ per superare il confine.

La piattaforma si chiama “Bologna sulla rotta dei Balcani”, l’obiettivo è “fare poco, ma fare la nostra parte”, spiegano gli ideatori, e “dare l’idea di una città che non sta ferma dalla parte buona del confine”. I passi operativi sono stati definiti in più direzioni. Ci sarà un “lavoro di formazione per far conoscere” cos’è la Rotta, come funzionano i campi. Per poter intervenire al meglio sulle cause del problema; ci saranno incontri di sensibilizzazione che si vorrebbero portare anche nelle scuole, nelle aziende, nelle amministrazioni, nei gruppi scout; ci sarà una raccolta di aiuti, ma mirata, per rispondere a poche necessità come lo è stata la prima che ha visto realizzare 800 kg di merce.

La prima raccolta è stata avviata tra Percorsi di Pace, Portico della pace, parrocchia della Beverara, associazione Papa Giovanni XXIII: e dunque generi alimentari e materiali tecnici e semmai abiti, ma niente svuota-cantine. In particolare l’idea è di non farne una una tantum, ma creare una buona abitudine continuativa”.

Percorsi è in prima linea, ovviamente, anche per la nuova raccolta materiali.

Sono programmati tre appuntamenti a Casa per la pace:

martedì 1 giugno ore 15,30-19; giovedì 3 giugno ore 15,30-19,00; sabato 5 giugno ore 9,30-12,30

BOLOGNA SULLA ROTTA - UNA NUOVA RACCOLTA