Home

PROVENZA E CAMARGUE - di Silvia, Fausto e Greta

camperVolevamo intraprendere questo viaggio in piena autonomia con il camper e con l’entusiasmo di Greta e la sua passione per i cavalli e poterli vedere in totale libeGretartà in Camargue, allo stato brado.

                  

 

                      

Partiamo da Bologna passiamo Lombardia, Liguria, Piemonte valico Colle del Tenda e siamo in Francia, attraversiamo il Parc National du Mercantour con alte vette, prati, distese di fiori multicolori, laghetti blu di grande profondità. La nostra prima meta sono le gole del Verdon, il canyon più grande d’Europa trionfo della gole del verdonnatura selvaggia con strade tortuose, strapiombi rocciosi e fiumi dalle acque cristalline. Uno dei paesini da nonpaesino perdere assolutamente è Moustiers-Sainté-Marie arroccato su una falesia, dal 1981 fa parte di una delle meraviglie e dei più bei villaggi di Francia.

                  

 

 

 

 

2)Tappa:

 Avignone città dei Papi  avignone

                 

Tutto il centro, ancora chiuso dalle mura medievali è un gioiello da scoprire a piedi, suggestiva la passeggiata sul  Pont-Saint-Benezet attraversato dal fiume Rodano. Lasciamo Avignone e andiamo verso la regione del Luberon dove si incontrano villaggi medievali, vigneti assolati e giardini unici, insieme all' luberonAbbazia di Sénanque, adagiata tra i boschi. È una cartolina d'eccellenza della Provenza.

                 

                  

3)Tappa:roussillon

Roussillon cuore cromatico del Luberon stipata di botteghe di ceramica molto famosa per questo e per il sentiero delle Ocre, antiche cave dove  si estraeva il pigmento. Il paesaggio è di sublime bellezza e sembra di essere in un pianeta variegato di colori e ombre.

roussillon Qualche Km a ovest si raggiunge L'Isle-sur-la-Sorgue cittadina tranquilla e fiorita dove hanno molta importanza 15 grandi ruote idrauliche che sfruttavano l'acqua e davano vita a imprese tessili e di manifattura.

         

 

 

4)Tappa:

Camarguecavlli camargue

Consigliata una vacanza in houseboat lungo i canali della Camargue tra stagni, saline, cavalli e tori.

Altro mezzo di trasporto la bici o il trenino. Saintes-Maries-de-la-Mer capitale della regione e del popolo gitano, rinomata per le sue bellissime spiagge. Greta ha fatto una bella cavalcata sulle dune di sabbia e sui canali d’irrigazione vicino alla spiaggia dell’Espiguette.

Gli ultimi giorni siamo passati da Marsiglia a Tolone per arrivare all'imbarco di Tour Fonde e salpare verso le isole Hyères, isole d' oro. Un arcipelago che conserva una natura incontaminata e un ricco patrimonio storico.

port cros 

 Le isole sono tre, Port Cros, primo parco Nazionale marino d 'Europa. Ile du Levant paradiso naturista. Porquerolles oltre 1000 ettari di natura intatta è la più grande e la più animata, l’isola del cuore di Georges Simenon, noi l’abbiamo girata a piedi e fatto il bagno in una baia incantevole. Ancora oggi mi viene in mente una colazione per 3 persone a 24 euro, il pranzo è stato di conseguenza leggerissimo: baguette vuota e acqua (che prezzi!!!!) .

Questa vacanza ci ha riempito il cuore, i colori, la natura, fiori, essenza di lavanda, fontane, falesie.

greta a port cros

Il viaggio è sempre una scoperta emozionante a presto Silvia Fausto e Greta.

 

 

  • 051.6198744
  • percorsidipace@libero.it
  • Via Canonici Renani, n.8
    Casalecchio di Reno (BO)
  • Orari di apertura:
    lun - ven: 17.00 - 19.00
    mar: 9.00 - 12.00