Home

Ultimo tratto della Linea Gotica in bicicletta da Riolo Terme a Ravenna 24 – 25 - 26 – 27 Agosto

Ultimo tratto della Linea Gotica in bicicletta

da Riolo Terme a Ravenna

24 – 25 - 26 – 27 Agosto 2020


 

In attesa di poter riprendere il percorso della linea gotica da dove siamo arrivati la scorsa estate, proponiamo quest’anno di percorrere l’ultimo tratto che si presta, per le sue caratteristiche, ad essere attraversato in bicicletta: le tappe sono mediamente più lunghe ma con minimi dislivelli e seguono vecchie mulattiere, tratti di strade secondarie asfaltate e in gran parte l’argine del fiume Senio. A Sant'Alberto si attraversa il Reno con il traghetto, ultimo rimasto dei vecchi guadi, e si percorre la strada bianca sull'argine sinistro con una bella vista sulle valli di Comacchio, fino alla foce. Si pedala poi all'ombra nei percorsi ciclabili della storica pineta per arrivare nella valle della Piallassa di Porto Corsini dove, con un po' di fortuna, si possono vedere i fenicotteri.

 

Programma :

Sono previsti tre pernottamenti e l’utilizzo di un camper (dedicato al trasporto delle bici ) e due auto per offrire a tutti i partecipanti la possibilità di percorrere le 4 tappe insieme evitando inoltre il trasporto dei bagagli personali

1° tappa Riolo Terme – Cotignola 34 km

2° tappa Cotignola – S Alberto 30 km

3° tappa S. Alberto – Porto Corsini 22 km

4° tappa Porto Corsini – Ravenna 15 km

Pernotteremo all’arrivo di ogni tappa: a Cotignola, S. Alberto e Ravenna, a Porto Corsini è difficile trovare posti liberi; il costo dei pernottamenti, compresa la prima colazione, si aggirerà sui 100 euro, a cui si aggiungeranno i costi relativi ai pasti e alle spese degli spostamenti dei mezzi di trasporto.

Le iscrizioni dovranno pervenire entro il 17 Agosto 2020 all’indirizzo mail tard.ivo@libero.it oppure al n. 328 0875624 (Milena V)


 

La linea gotica lungo gli argini del Torrente Senio.

Nell'autunno 1944 l'attacco alleato, che parte da Rimini per sfociare nella pianura padana verso Bologna, viene interrotto e rinviato alla primavera del 1945 anche a causa del Reno e dei suoi affluenti romagnoli che costituiscono altrettante difese tedesche. I mezzi dell'ottava armata inglese affondano nei pantani delle golene e dei guadi.

I partigiani possono tornare a casa, ma alla fine del novembre 1944 il comandate della seconda brigata garibaldina partigiana Arrigo Boldrini detto Bulow esce dai nascondigli delle valli di Comacchio e sbarca a Cervia. Insieme al corpo d'armata Canadese libera Ravenna e il fronte si ferma sull'argine destro del Senio dove si attestano divisioni Neozelandesi e Indiane comandate dagli inglesi.

Gli argini del Senio sono una linea di difesa tedesca invalicabile in quell'inverno 44-45. Le numerose piene dei fiumi e l'altezza degli argini del Senio di oltre 10 metri sulla campagna fermarono la battaglia d'autunno di fiume in fiume.

Nella primavera del 1945 gli alleati attaccano con bombardamenti aerei di artiglieria pesante e le truppe sfondano le difese tedesche negli argini del Senio e aprono la strada per la liberazione di Bologna e della pianura padana.

Superato il Senio il 10 aprile 45, le truppe alleate sono a Castelbolognese il 12, a Massalombarda il 13, a Imola il 14, a Medicina e Castel S.Pietro il 19 aprile, il 21 aprile è liberata Bologna con l'ingresso dei Polacchi da Strada Maggiore.

Inglesi in trincea sul fiume SENIO
Fanti inglesi in trincea nell'argine del Senio
guado fiume Reno
Guado del fiume Reno

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ciò che vediamo ora nella pianura e nei fiumi è il risultato di tre secoli di lavori idraulici per la bonifica delle valli e le costruzioni di alvei e argini per portare le acque del Reno e degli affluenti al mare.

La pianura bolognese, ferrarese e ravennate in una carta del 1772

cartina pianura emiliano romagnola del 1772
La pianura bolognese, ferrarese e ravennate in una carta del 1772

 

  • 051.6198744
  • percorsidipace@libero.it
  • Via Canonici Renani, n.8
    Casalecchio di Reno (BO)
  • Orari di apertura:
    lun - ven: 17.00 - 19.00
    mar: 9.00 - 12.00