Home

le escursioni di marzo 2020

NEWS ESCURSIONISMO E CICLOTURISMO

 

 

Il Cerchio

 

Mettersi in cerchio è una pratica semplice e potente .

Il cerchio di persone ha innumerevoli e magnifici significati e proprio per questo è bene riprenderci questa modalità di relazione con l’altro.

Il cerchio di persone fa sì che nessuno sia a capo della situazione ma tutti sono chiamati con la propria individualità a dare forma e anima al cerchio, tutti possono guardarsi negli occhi, tutti hanno ugual valenza.

Il cerchio favorisce inoltre la creazione di un clima positivo di inclusione, fiducia e di responsabilità.

 Il cerchio ha un grande valore simbolico, è un modo per condividere e rafforzare l’appartenenza al gruppo, è il modo che il gruppo ha trovato per iniziare e concludere una giornata insieme.

 

 

 

 

SABATO 7 MARZO

IL CAMMINO MENSILE DEL SABATO

LE SCUDERIE ORSI MANGELLI

 

Programma: ritrovo ore 8.15 a Casa della Pace con auto condivise andremo alle scuderie Orsi Mangelli  parcheggeremo presso Centro Sociale TMP in via Madonna Prati 81/3 Zola P. da lì organizzeremo due tipologie di cammino: 8/12 km con pausa merenda  che ognuno provvederà a portare per condividere, es: biscotti, raviole, crescente…. Ritorno previsto verso le 12.30

Ref. Vittorio Solmi 3771294553

               

 

CURIOSITÀ

La tenuta Orsi Mangelli (123 ettari), molto nota a livello internazionale per l’allevamento di cavalli da competizione, è un luogo di particolare gradevolezza, che arricchisce la campagna di Madonna dei Prati. L’area delle storiche scuderie è caratterizzata da lunghi recinti che delimitano ampie superfici mantenute a prato e piste per la corsa dei cavalli, oltre che dalla presenza di più di 170 querce monumentali, tutelate dalla legge regionale, che sono inserite nelle fasce alberate che fiancheggiano la viabilità e delimitano i differenti settori. La tenuta e parte della campagna circostante rientrano tra le Zone di particolare interesse paesaggistico-ambientale segnalate nel Piano Territoriale Paesistico Regionale e nel Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale.

 

 

DOMENICA 15 MARZO

CAMMINATA LUDICO MOTORIA

RADUNO DI NORDIC WALKING

 

Ore 9 raduno all’Area ex Giordani

 

 

 

 

 

 

MARTEDÌ 17 MARZO

IL PARCO REGIONALE DI MONTEVEGLIO

               

Per i martedì lunghi del cammino, cammineremo all’interno del Parco regionale di Monteveglio.

Ref. Maurizio S. 3398444476 e Milena v. 3280875624

 

 

 

CURIOSITÀ

Il parco tutela la porzione più significativa della valle del Samoggia, dominata dal colle dove sorgono i resti del castello medievale e l'abbazia di Santa Maria di Monteveglio, con la millenaria pieve.

Il tipico paesaggio collinare è un mosaico di rilievi boscosi, piccole valli e grigi calanchi, tra i quali si estendono prati, seminativi e vigneti tra gli alberi di ciliegio. Lungo le strade e i sentieri, spiccano nuclei rurali di antica origine, in molti casi appartenuti ai conventi locali. Nei diversi habitat si riscontrano le comunità vegetali e animali tipiche della collina e soprattutto le aree calanchive custodiscono formazioni di discreto interesse geologico, mineralogico e naturalistico, come la testata di valle del rio Ramato, il bacino di Pan Perso, e quello del rio Paraviere.

Le fioriture della flora nemorale, tra cui bucaneve, erba trinità e dente di cane, ravvivano i fondovalle alberati più ombrosi e rare orchidee spuntano nel sottobosco luminoso dei querceti a roverella e nelle praterie. La torre trecentesca del castello ospita un centro visita dedicato alle tormentate vicende storiche di Monteveglio, che nel medioevo ebbe momenti di grande rilievo. Il castello fece parte delle terre matildiche dei Canossa e deve la sua fama alla resistenza contro l'assedio dell'imperatore Enrico IV. Il centro parco occupa l'edificio principale dell'antico nucleo rurale di San Teodoro, appena fuori del moderno abitato di Monteveglio, nella corte e nei prati circostanti si sviluppa un sentiero natura accessibile a non vedenti e disabili. Da anni il parco svolge un'intensa e proficua attività di educazione ambientale che coinvolge le scuole con metodologie e contenuti innovativi. Tutta l'area è nota per la tradizione del vino locale e della buona tavola: vi ha sede il Consorzio Vini dei Colli Bolognesi.

 

 

 

SABATO 21 E DOMENICA 22 MARZO

EQUINOZIO DI PRIMAVERA NEL CASENTINO

 

 

Programma:

SABATO 21 MARZO

Partenza ore 7 con auto condivise da Casa per la Pace

Ritrovo ore 9,30 a Dicomano in P.za della Repubblica e trasferimento con auto proprie a Castagno d'Andrea al Centro Visita del Parco Nazionale Foreste Casentinesi dove inizia la nostra escursione.

"AI CASTAGNI" Castagno d'Andrea (San Godenzo - Fi). Facile percorso che dall'abitato ci porterà ad attraversare le marronete. Lunghezza 6 km, dislivello 200 m ca.

Visita alla Chiesa di San Martino (Crocifisso di P. Annigoni) e, al rientro, sosta a San Godenzo per visita all'Abbazia benedettina. Partecipazione gratuita

Pranzo al sacco

Al termine dell’escursione serata di festa presso l’ARCI di Londa. Incontro a cura dell’Ecomuseo della Valdisieve, cena, balli e musica con il gruppo  La Furlana.

Pernottamento ospiti presso le strutture degli amici di Londa.

 

DOMENICA 22 MARZO

Escursione con Gusto, "LONDA, ANTICHE VIE E NUOVI TRACCIATI". Percorso ad anello tra le valli. Londa, Castello e Pieve di San Leolino, Podere Palazzo, Caiano, Londa. Ritrovo ore 9,30 a Londa in P.zza della Repubblica, luogo di partenza dell'escursione. Lunghezza 13 km, dislivello 750 mt. Difficoltà Escursionistico. Sosta PRANZO al PODERE PALAZZO con degustazione di prodotti locali, in compagnia degli amici della Furlana. Occorrente: abbigliamento e scarpe da trekking, k-way, acqua.

Costi: Euro 48 comprensivi di pernottamento, prima colazione, cena, pranzo.

Il costo del trasporto verrà calcolato a parte.

 

La partecipazione è limitata a max 25 persone

Prenotazione entro 8 marzo a

lya.brintazzoli@yahoo.it

indicando se c’è la disponibilità dell’auto

 

CURIOSITÀ

Londa è un piccolo e tranquillo paese che appare improvvisamente fra le boscosissime propaggini del Monte Falterona, posto sulle rive del torrente Rincine, che poco lontano alimenta un bacino artificiale. È centro antichissimo: la presenza di un insediamento etrusco è testimoniata da numerosi ritrovamenti, fra cui l’importante “stele di Londa”. Nei dintorni, punteggiati di minuscole frazioni, meritano sicuramente una visita le belle pievi di S. Elena a Rincine e di S. Leolino, entrambe di forme romaniche e risalenti all’XI secolo.

Da Londa verso il Parco nazionale delle Foreste casentinesi, tra storia natura e paesaggio, facendo perno su un territorio dell'Appennino fiorentino immerso in una natura incontaminata e ricca di biodiversità, richiama una vocazione di sviluppo legata al turismo lento, ai percorsi escursionistici a piedi, a cavallo, in mountain bike. Corollario di questo progetto è la valorizzazione di un patrimonio enogastronomico unico e ricchissimo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

MERCOLEDÌ 25 MARZO

A SPILAMBERTO IN BICICLETTA

 

 

Programma: ore 8,30 Casa per la pace, andremo in bici a Spilamberto e se i tempi lo permettono visiteremo il museo dell’aceto balsamico (Casco Obbligatorio)

Ref. Milena V. 3280875624

 

 

 

CURIOSITÀ 

Spilamberto è un bellissimo borgo posto sulla direttrice identificata come "la strada dei castelli" Il Castello di Spilamberto viene fondato nel 1210 dai modenesi sulla sponda sinistra del fiume Panaro a difesa del confine orientale. Da ricordare Villa Fabriani, signorile costruzione realizzata alla fine del XVIII secolo, che ospita la splendida opera dello scultore spilambertese del XIX secolo G. Obici Il Narciso alla Fonte. La Villa è anche sede della Consorteria e del Museo dell'aceto balsamico tradizionale di Spilamberto, nel sottotetto sono ospitate importanti acetaie.        

 

 

 

 

GIOVEDÌ 26 MARZO

ULISSE L’ARTE E IL MITO

FORLÌ MUSEI DI SAN DOMENICO

 

Programma:

Ritrovo ore 8.15 nell’atrio della stazione centrale di Bologna  partenza ore 8.32 arrivo a Forlì ore 9.26  visita al parco Agosti e pausa caffè,  introduzione alla visita  della mostra Guida Manuela e 

ore 12 ingresso alla mostra con audioguide, ore 14 andremo a pranzo poi ritorno con alcune opzioni di orari. La quota di partecipazione (treno A/R e ingresso mostra con audioguide)

€ 25.00 + 22.00 € per il pranzo, chi non pranza al ristorante informi all’atto dell’iscrizione

Iscrizioni a montosimilena@gmail.com entro domenica 8 marzo

Ref. Milena M. 3489221419  e Marisa 3284376477

 

CURIOSITÀ

All’eroe omerico è dedicata la grande mostraULISSE. L’arte e il mitoospitata presso i Musei San Domenico di Forlì, dal 15 febbraio al 21 giugno 2020, a cura della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, per la regia di Gianfranco Brunelli, direttore dei progetti espositivi, e del Comitato Scientifico presieduto dal professor Antonio Paolucci.

Le sale del San Domenico ospitano 250 opere tra le più significative, dall’antico al Novecento, suddivise in 16 sezioni, in un percorso museale che ricomprende pittura, scultura, miniature, mosaici, ceramiche, arazzi e opere grafiche e che si snoda attraverso i più grandi nomi di ogni epoca. Dall’Ulisse in marmo di Sperlonga (I sec d.C.), immagine simbolo della grande mostra, e dalla Afrodite Callipigia dell’antichità.

Nella suggestiva cornice del San Giacomo sarà possibile ammirare il Concilio degli dei di Rubens, e via via la Penelope del Beccafumi, la Circe invidiosa di Waterhouse in arrivo dall’Australia, fino a Le muse inquietanti di De Chirico, all’Ulisse di Arturo Martini e al cavallo statuario di Mimmo Paladino.

 

 

 

 

DOMENICA 29 MARZO

OASI DI CAMPOTTO E VALLE SANTA IN BICI

 

Giornata lunga con treno e bici Campotto e Valle Santa

 

Ref. Milena V. 3280875624

 

 

 


 

 

 

                                

 

 

  • 051.6198744
  • percorsidipace@libero.it
  • Via Canonici Renani, n.8
    Casalecchio di Reno (BO)
  • Orari di apertura:
    lun - ven: 17.00 - 19.00
    mar: 9.00 - 12.00