Home

le escursioni di ottobre


 

VENERDì 12, SABATO 13,DOMENICA 14 val d'arno

 

LA RISERVA NATURALE DELLA VALLE DELL’ARNO

(VALLE DELL’INFERNO E RISERVA DELLA BANDELLA)

 

La Riserva è caratterizzata da un tratto del Fiume Arno che scorre placidamente nella Valle dell'Inferno, con profondità che varia tra 5 e 15 metri e l'Ansa di Bandella, una zona palustre, formatasi nel fondovalle del Torrente Ascione e ai bordi del lago originato dalla costruzione della diga al finire degli anni '50 per la produzione di energia elettrica

Questa zona successivamente si è popolata della fauna e della flora tipica delle zone umide e l'abbondante presenza di pesci, anfibi, invertebrati ha attirato specie di uccelli che hanno scelto quest'oasi per la loro riproduzione. Ma allo stesso tempo però il lago non ha cancellato la flora e la fauna tipica che caratterizzavano la valle.

 

La calma del fiume sembra contrastare con il nome di “Valle dell'Inferno” che caratterizza da sempre questo tratto dell'Arno, ma in realtà il riferimento doveva essere più che calzante prima della costruzione della diga. La valle è infatti profondamente incisa, con versanti particolarmente ripidi tra i quali l'Arno scorreva in modo impetuoso e spesso pericoloso per chi era costretto a percorrerlo in barca e sui foderi, particolari zattere utilizzate per trasportare il legname dalle Foreste Casentinesi a Firenze.

Una storia non verificata narra che sulle rocce sotto la superficie del lago artificiale, alla confluenza del Borro di Ricavo, si trovi una scultura che ricorda tre giovani morti annegati in quel punto che viene comunemente chiamato "gli affogati".

 

Programma:

Venerdì 12 Ottobre - Partenza da casa per la pace alle ore 17.00: arrivo intorno alle ore 19.30 e sistemazione e cena all’Ostello “Orma del lupo” in località La Trappola fra i monti del Pratomagno a quota 900 mt. in un ideale posizione panoramica e crocevia escursionistico, fra le città di Siena, Firenze ed Arezzo.

Sabato 13 Ottobre – Colazione e partenza per l’escursione alle Balze dell’Arno con il pranzo al sacco fornito dall’ostello e accompagnati dalla guida con rientro nel tardo pomeriggio - Cena e pernottamento in ostello

 

Domenica 14 ottobre – Dopo la colazione si parte per l’escursione giornaliera nella riserva naturale di Valle dell’Inferno e Bandella sempre con il pranzo al sacco fornito dall’ostello accompagnati dalla guida; rientro nel pomeriggio.

Ore 18,30 Si parte per il rientro con arrivo a Casalecchio presumibilmente per le ore 21

Il costo del soggiorno in ostello per due giorni a persona di pensione completa è di 100 euro: pernottamenti – colazioni – pranzo al sacco – cena

Al costo del soggiorno vanno aggiunti quelli delle visite guidate; 150 euro per ciascuna escursione giornaliera chiaramente da suddividere fra il numero dei partecipanti.

 

Iscrizioni a sgarzura@gmail.com

 

SABATO 20

IN BICICLETTA A MONTEVEGLIO

 

monteveglio

È l’abbazia di Santa Maria di Monteveglio, con la sua genesi romana evidenziata dalle originali architetture, a impreziosire e dare il nome parco che ospita il percorso ciclistico dalle caratteristiche adatte anche agli amatori meno allenati, data la mancanza di tratti fangosi o sterrati e con un dislivello di circa trecento metri spalmati sui ventisette chilometri del tracciato. Partendo dalla stazione di Bazzano, località di Valsamoggia (BO), e raggiunta l’attrazione culturale, si prosegue lungo il torrente Ghiara di Serravalle, circondati da boschetti di querce e aceri che lasciano spazio a coltivazioni di ciliegi e noci, tipici della flora collinare di queste zone.

 

Iscrizioni a sgarzura@gmail.com

 

 

SABATO 27

LE 10 CHIESE DI VENEZIA

 

venezia

A Venezia ci sono più di 250 chiese tra consacrate e sconsacrate.

Le chiese di Venezia sono ambienti dove perdersi tra le magnificenze dei colori, degli stucchi, delle statue, dei mosaici, dove si rimane basiti davanti agli imponenti e raffinati monumenti funebri e sepolcrali: Dogi e Nobili hanno fatto a gara per secoli nel farsi tumulare con tutti gli onori all’interno delle chiese di Venezia. Ma la cosa più interessante è che i maggiori artisti e architetti vissuti tra il XIV e il XVII secolo a loro volta si agitavano come i dannati nell’inferno dantesco per lavorare alla creazione e all’allestimento dei luoghi di culto.

Per cui anche nella più piccola chiesa di Venezia, disegnata da nomi illustri come Palladio, Longhena, Scarpagnino e Lombardo, si trovano affreschi e opere di personaggi del calibro di Tintoretto, Tiziano, Veronese, Bellini, Sansovino, Lotto e Jacopo Palma il Giovane, giusto per citarne alcuni. È a questi artisti, alle loro scuole e allievi, che i turisti che visitano Venezia devono guardare e ringraziare quando visitano le meravigliose chiese della città lagunare.

Iscrizioni a sgarzura@gmail.com

  • 051.6198744
  • percorsidipace@libero.it
  • Via Canonici Renani, n.8
    Casalecchio di Reno (BO)
  • Orari di apertura:
    lun - ven: 17.00 - 19.00
    mar: 9.00 - 12.00