Home

Lanza Del Vasto

Giuseppe Giovanni Lanza di Trabia (1901-1981) è stato un famoso poeta, soprattutto in Francia, musico, scultore, facendosi chiamare Lanza del Vasto. Nel 1937 sentito l'incombere della seconda guerra mondiale, ha pensato che solo Gandhi poteva avere una risposta a questo ricorrente flagello ‘fatto da mano d’uomo’ ed è andato in India a farsi discepolo di Gandhi (che lo ha chiamato Shantidas, servitore di Pace); lì ha ricevuto la missione di fondare comunità gandhiane in Occidente (Pellegrinaggio alle sorgenti, Il Saggiatore, 2005 è il racconto avvincente di questo periodo).manifesti lanza del vasto

Tornato in Europa, nel 1948 ha fondato la sua prima comunità, chiamandola dell’Arca: nei due sensi di salvarsi dal diluvio della decadenza della civiltà occidentale e di una nuova alleanza (la non violenza applicata a tutti i conflitti e al ricostruire la società). Ogni sua comunità è formata da celibi e sposati, religiosi e cercatori di verità; che pronunciano voti (anche di corresponsabilità), e si sostengono con il lavoro manuale, così da realizzare il nuovo modello di sviluppo gandhiano; inoltre lottano contro le aberrazioni degli altri modelli di sviluppo: guerre, centrali nucleari, OGM, ecc.

Ha indicato l’origine della violenza nell’utilizzare la ragione per sfruttare i rapporti con le persone e con la natura. Questa violenza cresce con la cooperazione incosciente di cattivi e buoni, fino a formare strutture sociali (i Flagelli: guerre, servitù, miseria, violenza rivoluzionaria, scienza e tecnica negative). La non violenza è una conversione a tutto ciò, tale da ricondurre la spiritualità, l’etica e l’impegno politico all’unità di vita; questa viene mantenuta con il lavoro per la conoscenza di sé e con la Festa comunitaria. Il suo saluto è: Pace, Forza e Gioia.

Il manifesto, realizzato dal Comune di S.Vito dei Normanni (Brindisi), dove Lanza nacque nel 1901, ha ottenuto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica Italiana, il patrocinio dei più alti organi dello Stato italiano, della Regione Puglia e delle Ambasciate di Francia e India in Italia: a testimonianza dell’importanza, anche nell’oggi, del suo pensiero e della sua azione.

La foto di Lanza del Vasto occupa tutto lo spazio, si vuole così farla conoscere (e riconoscere) con la sua lunga barba bianca. L'immagine è realizzata con un dorato color nocciola, tipico di antiche foto, ma anche utile a simboleggiare una visione della vita legata alla terra e al rispetto della sua vitalità. L’espressione sicura e austera di Lanza fa riflettere sulla coerenza delle sue scelte di vita.

 

Per informazioni e visite al Centro di Documentazione del Manifesto Pacifista Interazionale – CDMPI: Casa per la Pace La Filanda, via Canonici Renani 8 - Tel 051.6198744-mail:casaperlapacelafilanda-info@gmail.com; wwwcasaperlapacelafilanda.it

 

(A cura del Centro di Documentazione del Manifesto Pacifista Internazionale)

  • 051.6198744
  • percorsidipace@libero.it
  • Via Canonici Renani, n.8
    Casalecchio di Reno (BO)
  • Orari di apertura:
    lun - ven: 17.00 - 19.00
    mar: 9.00 - 12.00