Home

BERTHA VON SUTTNER (1843 – 1914)

Scrittrice, amica e collaboratrice di Alfred Nobel, fondatore dell’omonimo Premio, vinse il Premio Nobel per la Pace nel 1905, per la sua intensa attività contro le guerre e a favore della pace. Fu amica anche di Henry Dunant, fondatore della Croce Rossa e Nobel per la Pace nel 1901.manifesto bertha von suttner

Dal rapporto sugli orrori della guerra che Dunant presentò al Congresso Internazionale di Ginevra (1863), Bertha trasse ispirazione per il suo libro più noto “Die Waffen nieder !” (“Giù le armi !”), tradotto in più di 20 lingue.

Nel 1891 fondò la “Austrian Peace Society” e organizzò il primo Congresso per la Pace. Nel 1899 pubblicò “La macchina del tempo”, una forte critica del nazionalismo e della guerra.

Dopo il 1905 proseguì il suo impegno pacifista con missioni di pace e prese di posizione contro la militarizzazione della Cina e contro la guerra dell’Italia alla Libia.

Nel 1908, al Congresso per la Pace di Londra, dichiarò la necessità di realizzare l’Unione Europea per prevenire una catastrofe mondiale.

 

Il manifesto è stato realizzato a Vienna nel 2006 per una Conferenza sulla Pace nel corso della quale è stato presentato il Progetto Internazionale per la Gioventù “Immaginare la Pace” oltre ad una mostra sul tema. L’iniziativa, promossa da “Konflikt Kultur”.

 

E' stata scelta una foto di Bertha von Suttner, che occupa tutto lo spazio del manifesto, a testimonianza della sua fama e della stima che gode tuttora in Austria, tanto che è stata coniata una moneta da 2 euro che riporta la sua immagine.

A cura del Centro di Documentazione del Manifesto Pacifista Internazionale - CDMPI

  • 051.6198744
  • percorsidipace@libero.it
  • Via Canonici Renani, n.8
    Casalecchio di Reno (BO)
  • Orari di apertura:
    lun - ven: 17.00 - 19.00
    mar: 9.00 - 12.00