Home

Manifesto celebrtivo dei 40 anni Unesco

Il manifesto che presentiamo questo mese di ottobre (ricordando che il 2 ottobre, data di nascita di Gandhi, è stata proclamata dall’ONU ‘giornata mondiale della nonviolenza’) costituisce l’ideale prosecuzione e coronamento degli ideali di Martin Luther King, presentato in questa rubrica lo scorso mese di settembre.

Unesco 002

Al centro del manifesto sono raffigurate tre mani. Mani che possono sostenere, lavorare, accarezzare e sono esse stesse simbolo di operosa e utile costruttività: quella di un vecchio tiene un rametto di ulivo che passa nel palmo della mano di un adulto nero e la manina di un bambino che prende alcune sue foglie.

La millenaria pianta dell’ulivo è stata considerata, fin dai tempi del biblico Antico Testamento, un simbolo di pace. Simbolo ripreso dalla famosissima immagine di Pablo Picasso riproducente una colomba che porta nel becco un rametto di ulivo.

Viene da pensare che le tre diverse età delle mani raffigurate simboleggino, rispettivamente: la vecchia civiltà occidentale che tende la mano alla gioventù africana contro tutti i razzismi e da speranza, nella cura e nella crescita, a tutti i bambini del mondo.

Proposta, accettazione ed attesa di pace: tutti i diritti umani nascono dalla confluenza e compresenza di queste esigenze primarie.

Lo sfondo su cui risaltano le tre mani ha una tonalità di colore tra il rosa e il rosso che fa pensare a sentimenti positivi attivati dal calore umano.

Il manifesto è stato pubblicato nel 1986 dall’UNESCO, l’organismo delle Nazioni Unite per la promozione in tutto il mondo della cultura e dell’istruzione, in occasione della celebrazione del suo quarantennale.

 

(a cura del CDMPI - Centro di Documentazione del Manifesto Pacifista Internazionale)

  • 051.6198744
  • percorsidipace@libero.it
  • Via Canonici Renani, n.8
    Casalecchio di Reno (BO)
  • Orari di apertura:
    lun - ven: 17.00 - 19.00
    mar: 9.00 - 12.00